Fiamminghi e altri Maestri
Gli Artisti Stranieri del Patrimonio del Fondo Edifici di Culto del Ministero degli Interni

Per informazioni e prenotazioni visite guidate:

COOP. IL SOGNO
Viale R.Margherita, 192 00198 - Rome (Italy)
Ph. +39/0685301758 Fax +39/0685301756
Email: service@romeguide.it

Fondazione Memmo - Palazzo Ruspoli Via del Corso, 418
1 luglio – 10 settembre 2008

La mostra “Fiamminghi e altri maestri”, presso gli spazi della Fondazione Memmo in Palazzo Ruspoli in Roma, propone un’interessante selezione di opere realizzate da artisti stranieri custodite nelle chiese del Fondo Edifici di Culto. Il Fondo (F.E.C.) istituito ufficialmente a metà degli anni ’80, a seguito degli accordi concordatari del 1984 e amministrato dal Ministero dell’Interno, possiede un ricchissimo patrimonio di oltre 700 chiese, distribuite sul territorio nazionale e concesse per il culto all’autorità ecclesiastica. Ogni anno il F.E.C. attraverso eventi espositivi, aperture speciali e concerti, offre al pubblico una prospettiva sempre diversa sugli edifici prestigiosi di sua proprietà e sulle opere inestimabili in essi custodite.

La mostra indaga sulla presenza, nel corso dei secoli, delle opere di artisti stranieri, alcuni dei quali giunsero nel nostro territorio in cerca di autorevoli committenze o per conoscere da vicino l’arte classica e rinascimentale. Il progetto espositivo, che ha luogo sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, si inserisce anche nell’ambito delle iniziative dell’Anno Europeo del Dialogo Interculturale Sculture e dipinti da Roma e dalle province di Trapani, Bologna, Sassari, Rieti, Napoli, Palermo, Ferrara, Perugia, Cagliari, Agrigento e Cosenza sono presentati in un percorso che, diversamente dal consueto criterio cronologico, è stato impostato secondo l’ambito geografico di provenienza degli artisti.

Il “Miracolo di S. Benedetto” del francese Pierre Subleyras, tre opere attribuite al celebre Gerrit van Honthorst (Gherardo delle Notti) e alla sua bottega, due tele di pittori austriaci, il ritratto di padre Matteo Ricci di un artista cinese, lo splendido polittico del fiammingo Luna Master, della chiesa napoletana di S. Maria di Piedigrotta sono solo alcuni esempi delle opere in mostra scelte attentamente da un illustre Comitato scientifico.
Una sala di Palazzo Ruspoli sarà riservata all’esposizione di alcuni cofanetti in avorio di manifattura siculo-araba e bizantina, provenienti dal Tesoro della Cappella Palatina di Palermo; uno di questi piccoli scrigni custodisce a sua volta un tesoro archeologico: un sigillo mesopotamico del terzo millennio a.C.. Conservato con estrema cura perché rinvenuto in prossimità dei luoghi riportati sulle Sacre Scritture, il reperto fu per questo considerato una vera e propria reliquia. Attraverso questo progetto, è stato possibile intervenire con opportuni restauri su alcune delle opere in mostra, una funzione che, assieme alla conservazione e alla valorizzazione del Patrimonio che amministra, rientra tra i principali e quotidiani impegni del Fondo Edifici di Culto.

© Fondazione Memmo - Palazzo Ruspoli

Lunedì - chiuso
Martedi, Mercoledi e Giovedi 10.00 alle 19.30
Venerdì, sabato e Domenica dalle 10.00 alle 22.00

Per informazioni e prenotazioni visite guidate:

COOP. IL SOGNO
Viale R.Margherita, 192 00198 - Rome (Italy)
Ph. +39/0685301758 Fax +39/0685301756
Email: service@romeguide.it

fiam01.jpg
Simone (de) Wobrek (Harleem, attivo in Sicilia dal 1557 al 1585)
Circoncisione 1580 olio su tavola Castelvetrano (Trapani), chiesa di S. Domenico (attualmente nella chiesa di San Giovanni)
Ferdinand Storm (attivo a Siviglia tra il 1537 e il 1556)
Visitazione secondo quarto del XVI secolo tempera su tavola Sassari, convento S. Pietro in Silki Provenienza: chiesa S. Pietro in Silki
fiam04.jpg
Geronimo Gerardi (Anversa 1595 ca – Trapani 1648)
Immacolata Concezione 1628-1631 olio su tela Palermo, chiesa di S. Anna la Misericordia
SIGILLO MESOPOTAMICO IN ARAGONITE
Fine del III millennio a.C.

fiam05.jpg

Joos van der Becke detto Joos van Cleve e aiuti
(Clevès 1485ca –Anversa 1540/41)
Adorazione dei Magi prima metà XVI secolo olio su tavola In deposito al Museo di Capodimonte (dal 1977) Provenienza: chiesa di S. Domenico Maggiore
CASSETTINA CON DECORAZIONI A ROSETTE
Ambito bizantino XII secolo.
fiam07.jpg
Frans Van de Kasteele, detto Francesco da Castello
(attribuito a) (Bruxelles 1541- Roma 1621) Adorazione dei Magi fine XVI - inizi XVII secolo olio su tela Roma, chiesa di S. Silvestro al Quirinale
fiam08.jpg
Giovanni Vambaigens (attivo a Ferrara nella prima metà del XVII secolo)
Mosè fa scaturire l’acqua dalla rupe olio su tela Ferrara, chiesa di S. Francesco d’Assisi
fiam06.jpg
Ignoto (fine XV secolo)
Madonna con Bambino legno policromo intagliato Fara in Sabina (Rieti), abbazia di Farfa - Museo
fiam12.jpg
Ignoto scultore tedesco (prima metà del XV secolo)
Vergine che sostiene il corpo di Cristo dopo la Deposizione pietra caciolfa scolpita e dipinta Città di Castello (Perugia), chiesa di S. Francesco
fiam10.jpg
Ignoto pittore spagnolo (seconda metà XVII secolo)
S. Lucifero olio su tela Cagliari, chiesa di S. Domenico
fiam09.jpg
Ignoto pittore (inizio del XVIII secolo)
Strage degli innocenti 1704 olio su tela Agrigento, chiesa del Santo Spirito
Daniele Seiter (Vienna 1647-Torino 1705)
Guarigione di un bambino (figlio dello scultore Julio Capuz) 1672-1686 olio su tela Roma, basilica di S. Maria in Aracoeli
Maestro della Pietà di Piedigrotta (Luna Master)
(attivo a Napoli nell’ultimo decennio del XV secolo)
Pietà tra la Madonna delle Grazie e S. Antonio da Padova olio su tavola Napoli, basilica di S. Maria di Piedigrotta
Giorgio Gaspare Prenner (Vienna 1720 circa - Roma 1766)
L’Immacolata 1763 olio su tela Roma, chiesa di S. Dorotea
fiam11.jpg
fiam13.jpg
fiam15.jpg

Per informazioni e prenotazioni visite guidate:

COOP. IL SOGNO
Viale R.Margherita, 192 00198 - Rome (Italy)
Ph. +39/0685301758 Fax +39/0685301756
Email: service@romeguide.it