Caravaggio
20 febbraio - 13 giugno 2010 / 20 February - 13 June 2010
Scuderie del Quirinale, Via XXIV Maggio 16, Roma
ORARI / VISITING HOURS
BIGLIETTI / TICKETS
FOTO / PHOTOS
.

Per prenotazioni / Reservation :

N.B. Per questa mostra, la Cooperativa IL SOGNO a r.l. fornisce esclusivamente il servizio di visite guidate in italiano e in lingua.

COOP. IL SOGNO
Viale R.Margherita, 192 00198 - Rome (Italy)
Ph. +39/0685301758 Fax +39/0685301756
Email: service@romeguide.it

.

Condividi

Caravaggio non dipinse molto in vita sua. Perché la vita prese spesso il sopravvento sull’arte. E nonostante ciò, nel corso dei secoli sono state attribuite a Michelangelo Merisi molte opere. Per alcuni troppe, per altri semplicemente dubbie.
La mostra alle Scuderie del Quirinale vuole offrire al pubblico solo e soltanto la produzione certa, la summa indiscutibile del Maestro. Una carrellata di quadri straordinari, perché straordinaria è la tecnica, la visione e l’innovazione di Caravaggio nell’arte che ne hanno fatto un pittore unico, perché nessuno prima e dopo di lui ha saputo “dare luce al buio”.
L’esposizione è Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, organizzata dall’Azienda Speciale Palaexpo in coproduzione con MondoMostre, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale di Roma, con il supporto di Cariparma.
L’intera carriera artistica di Caravaggio sarà rappresentata lungo i due piani espositivi delle Scuderie in un percorso che non sarà strettamente cronologico, ma teso ad esaltare il confronto tra tematiche e soggetti uguali. Così accanto a Ragazzo con il canestro di frutta, una delle più importanti opere giovanili, si vedrà il Bacco degli Uffizi, dove Caravaggio dipinse un’altra eccelsa natura morta, due opere che mai sono state messe prima a confronto diretto, senza contare l’eccezionale presenza della Canestra di frutta della Pinacoteca Ambrosiana, mai uscita prima dalla sua sede.
Questo confronto diretto tra soggetti caravaggeschi vuole essere il fil rouge della mostra. E quindi ancora, in ambito sacro, si vedranno, messe a confronto alcune delle grandi pale d’altare romane e altre del periodo siciliano, tra cui il Seppellimento di Santa Lucia, quasi dipinta in articulo mortis, e che rappresenta il punto estremo della tragica parabola esistenziale del Merisi.
E poi accanto a opere conosciutissime e ben visibili – come le due versioni della Cena in Emmaus rispettivamente dalla National Gallery di Londra e dalla Pinacoteca di Brera o ancora i Musici dal Metropolitan Museum di New York con il Suonatore di liuto dall’Ermitage e l’Amore vincitore dalla Gemaldegalerie di Berlino o le tre versioni del San Giovanni Battista rispettivamente dai Musei Capitolini e dalla Galleria Corsini di Roma, e dal Nelson-Atkins Museum di Kansas City - altre più rare e di difficoltosa visione, perché raramente concesse per mostre a carattere temporaneo, come la Deposizione dai Musei Vaticani, l’Annunciazione dal Museo di Nancy, restaurata per l’occasione in un progetto congiunto Italia-Francia o anche l’Incoronazione di Spine dal Kunsthistorisches Museum di Vienna.
Una carrellata composta unicamente di capolavori assoluti e storicamente accreditati come autografi del Caravaggio e mai visti assieme, riuniti alle Scuderie del Quirinale, per celebrare il quattrocentesimo anniversario della morte di Michelangelo Merisi.
Ma anche Roma come sede ideale della antologica quasi completa delle opere di Caravaggio: le opere scelte per la mostra, infatti, provengono quasi tutte da musei fuori città per permettere al pubblico di ammirare, oltre che alle Scuderie, le opere in situ, nelle varie chiese per le quali furono commissionate, radunando a Roma la quasi totalità della produzione artistica del Caravaggio ed i percorsi caravaggeschi.
Dal punto di vista degli studi scientifici, l’esposizione, con i commissari Rossella Vodret, Soprintendente Speciale per il Polo Museale Romano, e Francesco Buranelli, intende fare il punto sulla messe di scritti filologici, documentari e tecnico-scientifici degli ultimi vent’anni.
Il catalogo, edito da Skira, nasce quindi dal confronto con gli studiosi del Caravaggio e con i membri del Comitato Nazionale per le celebrazioni caravaggesche – ricordiamo che il 2010 è anno del quarto centenario della morte di Michelangelo Merisi – presieduto da Maurizio Calvesi. Al suo interno si troveranno le schede dettagliate di ogni opera esposta, ciascuna a cura di un eminente studioso, e con il respiro ampio del saggio.

Canestro di frutta (la fiscella),
Milano Pinacoteca Ambrosiana
© 2009. Foto Scala, Firenze

La mostra, ideata per celebrare il IV centenario della morte del grande artista e posta sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, nasce su impulso della Soprintendenza Speciale per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico e per il polo museale della città di Roma.

 Il progetto espositivo presentato intende richiamare ancora l'attenzione del pubblico e della critica sul celeberrimo, e celebratissimo, “genio lombardo” secondo un'ottica radicalmente innovativa e aggiornata.

 In anni recenti l'abbondante messe di ricerche, studi e interventi sulle vicende biografiche e artistiche del Merisi – senza dimenticare il cospicuo numero di mostre ruotati intorno al suo nome – ha confermato il generale, costante e crescente interesse intorno alla tormentata leadership del pittore, tanto che si è venuto via via alimentando uno stimolo profondo a intraprendere una nuova e ambiziosa – pur nella sua “semplicità” di base – iniziativa espositiva. Da qui la scelta di strutturare la mostra secondo un criterio espositivo filologicamente rigoroso, che dia luogo a un percorso sintetico, non antologico, pur tuttavia fondato sulla presentazione di opere “capitali”.

Opere tra le più rappresentative dell’artista lombardo come il Bacco dagli Uffizi, Davide con la testa di Golia dalla Galleria Borghese, I musici dal Metropolitan, la Cena di Emmaus dalla National Gallery di Londra, costituiranno, nella loro presentazione contestuale, una sorta di omaggio all'unicità di Caravaggio, a conclusione dell'anno dedicato alle sue celebrazioni.

Il ricorso alle fonti letterarie e ad un’immensa mole di materiale documentario, hanno permesso una severa indagine critica dei dipinti, la loro esatta collocazione cronologica, la provenienza e sistemazione originaria, così come quella successiva attraverso l'individuazione dei diversi passaggi di proprietà. Altri documenti, riguardanti i collegamenti, la relazione tra Caravaggio e i suoi committenti, così come con le personalità più significative del suo tempo, hanno condotto a una disamina critica approfondita sul piano culturale del pittore e sulle valenze intrinseche della sua complessa opera.
La scelta di privilegiare l'autografia sicura dei dipinti ha indotto a escludere la produzione variamente riferita alla sua “bottega” - tenendo sempre presente quanto il termine sia improprio quando si parla del metodo di lavoro del maestro lombardo - , così come sono state poste a margine, ma sarebbe meglio dire che sono state lasciate  momentaneamente  in sospeso,  le “ulteriori versioni” e le questioni su cui la critica si è più volte confrontata, continuando probabilmente a farlo usque ad infinitum con pareri non sempre concordi.

Ne scaturisce quindi un percorso coerente e circostanziato che getta una nuova luce sui diversi momenti del sofferto iter evolutivo del linguaggio del Merisi, tutto svolto in profondità, e che esalta l'eccezionalità e unicità della sua opera.

La mostra vuole così porsi come un nuovo e appassionato momento di riflessione critica, un ulteriore tentativo di penetrare l'essenza dell'arte del pittore, “terribilmente naturale”, il suo rivoluzionario e sbalorditivo criterio di naturalismo, la sua ostinata, seppure dialettica, deferenza al vero, irriducibile a schemi e a scuola, solitaria nella sua grandezza e poesia.

© MondoMostre

OPERE IN ESPOSIZIONE TEMPORANEA

Questa mostra è il risultato di un lavoro lungo e complesso che ha coinvolto numerose istituzioni e musei, italiani ed esteri, nell'anno delle celebrazioni dedicate a Caravaggio.
Per garantire il successo di tutte le iniziative dedicate al grande maestro lombardo alcune opere non saranno esposte alle Scuderie del Quirinale per tutta la durata della mostra.

Vi segnaliamo, quindi, che il Riposo durante la fuga in Egitto lascerà le Scuderie il 22 marzo per essere esposto, a Villa del Principe Doria a Genova, nell'ambito della mostra intitolata "Caravaggio e l'arte della fuga. La pittura di paesaggio nelle ville Doria Pamphilj".

Bacco, il Sacrificio di Isacco e l'Amore dormiente torneranno invece a Firenze il 16 maggio in occasione dell'inaugurazione dell'evento espositivo "Caravaggio e Caravaggeschi a Firenze" alla Galleria degli Uffizi.

Ritorneranno alle rispettive sedi il Suonatore di liuto entro il 9 maggio (The State Hermitage Museum, San Pietroburgo) e la Conversione di Saulo il 4 giugno (collezione privata).

La Flagellazione di Cristo arriverà alle Scuderie il 14 aprile al termine della rassegna "Ritorno al Barocco. Da Caravaggio a Vanvitelli" ospitata a Napoli in diverse sedi museali.

Il San Giovanni Battista della Galleria Borghese di Roma, infine, arriverà alle Scuderie il 27 aprile.

Per prenotazioni / Reservation :

N.B. Per questa mostra, la Cooperativa IL SOGNO a r.l. fornisce esclusivamente il servizio di visite guidate in italiano e in lingua.

COOP. IL SOGNO
Viale R.Margherita, 192 00198 - Rome (Italy)
Ph. +39/0685301758 Fax +39/0685301756
Email: service@romeguide.it

Share An exhibition that adopts a radically innovative and up-to-date approach to this extremely famous and enormously celebrated "Lombard genius".

A large amount of recent research and scholarship, along with numerous exhibitions and papers probing the life and career of Michelangelo Merisi, alias Caravaggio, have confirmed growing worldwide interest in this artist's painting and the pivotal role that painting has played in the history of art over the past four centuries.  This is the backdrop and the mood that has spawned the idea for a new and ambitiously "simple" exhibition - an exciting and straightforward display devised on the basis of a stringent criterion and presented to the public in a tight rather than an anthological exhibit focusing exclusively on the artist's "capital" works; in other words, including only those works historically ascertained to be by the master's own hand.

The decision to focus only on paintings known to be by Caravaggio himself has meant that we have excluded any works attributed to his "school" and have set aside, almost in a kind of temporary suspension, the "additional versions" and all of the questionable works debated by critics with often differing opinions throughout the 20th century.  The end result is a consistent and stringent exhibition that sheds new light on the various stages in the development of Caravaggio's tortured artistic career - an exciting, crystal-clear display that distills and enhances the exceptional, indeed the unique, quality of his output.

The exhibition will include many of Caravaggio's most representative works, including the Bacchus from Florence's Uffizi Gallery, the David With the Head of Goliath from the Borghese Gallery in Rome, the Musicians from the Metropolitan Museum in New York, the Lute Player from the Hermitage in St. Petersburg, Amor Vincit Omnia from the Staatliche Museum in Berlin, and numerous other masterpieces from many of the most important museums in Italy and around the world.  The exhibition is designed in many ways to be a tribute to the unique quality of Caravaggio's work in this year in which celebrations are being held to mark the 400th anniversary of his death.
The exhibition at the Scuderie del Quirinale is set to offer the public a new and stimulating opportunity to penetrate the very essence of the "terribly natural" painter, his revolutionary and astonishing naturalistic criterion, and his stubborn if questioning deference to the depiction of reality which no pattern or school could contain, which was solitary in its poetic greatness.

The exhibition, held under the high patronage of the President of the Republic, has been organized jointly by the Azienda Speciale Palaexpo - Scuderie del Quirinale and the Special Superintendency for Artistic, Historical and Ethno-anthropological Heritage and for the City of Rome Museum Pole as part of the celebrations marking the fourth centenary of the great artist's death.
The exhibition project presented here, in what we prefer to describe as an overall rationale or declaration of intent, sets out to draw the attention of public and critics alike back to the renowned, and universally acclaimed "Lombard genius," but from a radically innovative, up-to-date perspective.
The huge wealth of research studies and papers on Caravaggio's life and artistic career - not to mention the large number of exhibitions revolving around his name - has, over recent years, confirmed the widespread, constant and mounting interest for the restless pioneering role he played, so much so as to build up to an impelling spur for a fresh, ambitious - albeit basically "simple" - exhibition initiative.
The exhibition's curator has thus chosen a rigorous philological approach, designed to create a synthetic, rather than an anthological, path through his production, albeit one based on the presentation of "capital" works. In the light of the foregoing, it will be clear that we aim to present a selection of the Lombard artist's most representative works, which, duly contextualized, will pay tribute to the uniqueness of Caravaggio, bringing the year dedicated to his celebration to a fitting conclusion.
By drawing on the literary sources and the immense volume of documentary material collected and systematically updated first by Mia Cinotti, from 1971 to 1983, and subsequently by Stefania Macioce, in 2003, and continuously increased up to the present day, it has been possible to conduct a rigorous critical appraisal of the paintings, their precise chronological dating, their provenance and the original and subsequent settings by tracing their various changes of ownership.
Other documents, regarding relations between Caravaggio and both his patrons and the leading figures of his day, have formed a basis for an in-depth critical analysis of the painter in cultural terms and in terms of the intrinsic value of his complex body of works.
The decision to give pride of place to paintings of certain authorship has resulted in the exclusion of the output variously attributed to his "studio" - a highly inappropriate term when used in connection with Caravaggio's working method; "further versions" have likewise been relegated to the sidelines, or perhaps it would be truer to say that they have been left in abeyance for the time being, along with the issues the critics have repeatedly debated, and will probably continue to debate usque ad infinitum, with often differing views.
There thus emerges a consistent and substantiated overview that casts a new light on the various steps in the evolution of Caravaggio's expressive language, all of which took place deep below the surface, and throws the exceptionality and uniqueness of his work into relief.
The exhibition thus sets out to provide a new, impassioned focus for critical review and to make a further attempt to penetrate the essence of the painter's "awesomely natural" art: its revolutionary, radical naturalism, its stubborn, albeit dialectic, deference to the real, which cannot be reduced to formulae and schools and which stands alone in its greatness and its poetry.

Works on temporary display

The exhibition that you are about to visit is the result of a long and complex undertaking involving many institutions and museums both in Italy and abroad, in a year in which Caravaggio's career is being celebrated in numerous exhibitions worldwide.

To ensure the success of all of the initiatives devoted to this great Lombard master, some of the works of art on show will unfortunately not be on display at the Scuderie del Quirinale for the entire duration of the exhibition.

The following works are therefore on temporary display only:

The Riposo durante la fuga in Egitto will be moving from this exhibition to Villa del Principe Doria in Genoa on 22 March, to be displayed in an exhibition entitled "Caravaggio e l’arte della fuga. La pittura di paesaggio nelle ville Doria Pamphilj".

The Bacco, the Sacrificio di Isacco and the Amore dormiente will be returning to Florence in time for the inauguration of an exhibition entitled "Caravaggio e Caravaggeschi a Firenze" at the Uffizi Gallery on 16 May.

The Suonatore di liuto will be returning to the State Hermitage Museum in St. Petersburg on 9 May. The Conversione di Saulo will be returning to a private collection on 4 June.

The Flagellazione di Cristo will be moving to this exhibition on 14 April after an exhibition entitled “Ritorno al Barocco. Da Caravaggio a Vanvitelli”, which is currently being held in several museums in Naples, comes to an end on 11 April.

San Giovanni Battista
Roma, Galleria Borghese
The work will be moving to Scuderie del Quirinale on 27 April.

Per prenotazioni / Reservation :

N.B. Per questa mostra, la Cooperativa IL SOGNO a r.l. fornisce esclusivamente il servizio di visite guidate in italiano e in lingua.

COOP. IL SOGNO
Viale R.Margherita, 192 00198 - Rome (Italy)
Ph. +39/0685301758 Fax +39/0685301756
Email: service@romeguide.it

Con l’autobus
16-170-36-360-37-38-40-60-61-62-64-70-H

Con la metropolitana
metro A (fermata P.za della Repubblica)
metro B (fermata Cavour)

Dalla Stazione Termini
Piazza dei Cinquecento
recarsi alla fermata Termini (Ma-Mb-Fs)
Prendere la Linea 40 (P.za Pia/Castel S. Angelo)
per 2 fermate e scendere alla fermata Nazionale/Quirinale
a piedi per  100 metri fino alle Scuderie del Quirinale

Dall’Aeroporto di Fiumicino

Prendere la linea Leonardo (Termini) (partenza ogni 30 min.)
Scendere alla fermata Termini
recarsi alla fermata TERMINI (MA-MB-FS)
prendere la linea 40 (P.Za Pia/Castel S. Angelo)
per 2 fermate e scendere alla fermata Nazionale/Quirinale
A piedi per  100 metri fino alle Scuderie del Quirinale

How to reach us

On the bus
16-170-36-360-37-38-40-60-61-62-64-70-H

On the underground

metro A (get off at Piazza della Repubblica)
metro B (get off at Cavour)

From the train station (Stazione Termini)

From Piazza dei Cinquecento (in front of station)
take bus 40 (towards Piazza Pia/Castel S. Angelo)
2 stops and get off at Nazionale/Quirinale;
walk 100 meters to the Scuderie del Quirinale

From Fiumicino airport (Leonardo da Vinci)

Take the train to Termini (it leaves every 30 minutes)
then follow directions above

Per prenotazioni / Reservation :

N.B. Per questa mostra, la Cooperativa IL SOGNO a r.l. fornisce esclusivamente il servizio di visite guidate in italiano e in lingua.

COOP. IL SOGNO
Viale R.Margherita, 192 00198 - Rome (Italy)
Ph. +39/0685301758 Fax +39/0685301756
Email: service@romeguide.it

Orari:
Le Scuderie del Quirinale estendono i propri orari di apertura, per incontrare le numerose richieste del pubblico in occasione della mostra Caravaggio: dal lunedì al venerdì l'apertura sarà anticipata alle ore 9.30, e il sabato e la domenica alle ore 9.00, mentre il venerdì e il sabato la chiusura sarà posticipata alle 23.00 e la domenica alle 22.00.

12-13 giugno: Apertura straordinaria
In occasione dell'ultimo week-end di mostra, le Scuderie del Quirinale saranno ininterrottamente aperte dalle 9.00 di sabato fino alle 22.00 di domenica.
 Negli stessi orari biglietto unico per tutti di  € 7,50.

Orari di apertura:
da lunedì a giovedì dalle 9.30 alle 20.00
venerdì dalle 9.30 alle 23.00
sabato dalle 9.00 alle 23.00
domenica dalle 9.00 alle 22.00
Accesso consentito fino a un'ora prima della chiusura

Visiting hours:
The Scuderie del Quirinale extend the opening hours, to meet many requests of the visitors for Caravaggio exhibition: from Monday to Friday the exhibition will open at 9:30am, Saturday and Sunday at 9:00am, while it will close on Friday and Saturday at 11:00pm and on Sunday at 10:00pm.

12-13 June: Caravaggio All Night Long
To mark the last weekend of the Caravaggio exhibition, the Scuderie del Quirinale will be open without a break from 9 am on Saturday morning to 10 pm on Sunday evening.
A single admission price of € 7.50 will apply.

Opening hours:
Monday to Thursday 9:30am to 8:00pm
Friday 9:30am to 11:00pm
Saturday 9:00am to 11:00pm
Sunday 9:00am to 10:00pm
Admission is allowed until one hour before closing time.

Costo del biglietto di ingresso:
Intero: € 11.50 + € 4 spese d'agenzia
Ridotto: € 9.00 + € 4 spese d'agenzia

Tickets:
Full: € 11.50 + € 4 agency fees
Reduced: € 9.00 + € 4 agency fees

  • VISITE GUIDATE (INDIVIDUALI E GRUPPI)
  • GUIDED TOURS
  • Per prenotazioni / Reservation :

    N.B. Per questa mostra, la Cooperativa IL SOGNO a r.l. fornisce esclusivamente il servizio di visite guidate in italiano e in lingua.

    COOP. IL SOGNO
    Viale R.Margherita, 192 00198 - Rome (Italy)
    Ph. +39/0685301758 Fax +39/0685301756
    Email: service@romeguide.it

    I musici
    New York, Metropolitan Museum of Art. Rogers Fund, 1952.
    © 2009. Image copyright The Metropolitan Museum of Art/Art Resource/Scala, Firenze
    Suonatore di Liuto 1595
    The State Hermitage Museum, St Petersburg
    Photograph © The State Hermitage Museum
    Photo by Natalia Antonova, Inessa Regentova
    Bacco
    Firenze, galleria degli Uffizi
    Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico
    e per il Polo Museale della città di Firenze
    Istituti museali della Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Fiorentino
    Giuditta nell’atto di tagliare la testa ad Oloferne 1597
    Roma, Galleria Nazionale d’Arte Antica in Palazzo Barberini
    S.S.P.A.A. Polo Museale della Città di Roma
    Deposizione
    Musei Vaticani. Città del Vaticano
    Foto Archivio Fotografico Musei Vaticani. © Musei Vaticani
    Amorino dormiente
    Firenze, galleria Palatina
    Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico
    e per il Polo Museale della città di Firenze
    Istituti museali della Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Fiorentino
    Cena in Emmaus
    Londra National Gallery.
    © 2009 Copyright The National Gallery, London/Scala, Firenze
    Amor vincit Omnia 1602
    Copyright:
    Staatliche Museen zu Berlin - Gemäldegalerie
    sind eine Einrichtung der Stiftung Preußischer Kulturbesitz
    Photo: Jörg P. Anders
    San Giovanni Battista
    Galleria Borghese, Roma
    © foto Luciano Romano
    San Giovanni Battista
    The Nelson-Atkins Museum of Art, Kansas City, Missouri
    Purchase: William Rockhill Nelson Trust, 52-25
    Photograph by Jamison Miller
    Conversione di Saulo
    Roma, Collezione privata
    Incoronazione di Cristo
    Kunsthistorisches Museum, Vienna

    Per prenotazioni / Reservation :

    N.B. Per questa mostra, la Cooperativa IL SOGNO a r.l. fornisce esclusivamente il servizio di visite guidate in italiano e in lingua.

    COOP. IL SOGNO
    Viale R.Margherita, 192 00198 - Rome (Italy)
    Ph. +39/0685301758 Fax +39/0685301756
    Email: service@romeguide.it

    • Riposo durante la fuga in Egitto
      1595
      Olio su tela
      133 x 166,5 cm
      Galleria Doria Pamphilj
      Roma
    • I bari
      1595 – 1596
      Olio su tela
      90 x 112 cm
      Kimbell Art Museum
      Fort Worth (Texas)
    • Suonatore di liuto
      1595 – 1596
      Olio su tela
      94 x 119 cm
      Museo Statale dell’Ermitage
      San Pietroburgo
    • Musici
      1594 – 1595
      Olio su tela
      92,1 x 118,4 cm
      The Metropolitan Museum of Art, Rogers Found, 1952
      New York
    • Ragazzo con canestro di frutta
      1592 – 1594
      Olio su tela
      70 x 67 cm
      Soprintendenza Speciale PSAE e per il Polo Museale della Città di Roma / Galleria Borghese
      Roma
    • Bacco
      1597
      Olio su tela
      95 x 85 cm
      Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze – Galleria degli Uffizi
      Firenze
    • Canestra di frutta
      Fine del XVI secolo
      Olio su tela
      48 x 62 cm
      Veneranda Biblioteca Ambrosiana, Pinacoteca Ambrosiana
      Milano
    • Conversione di Saulo
      1600 – 1601
      Olio su tela
      237 x 189 cm
      Collezione privata
      Roma
    • Giuditta che taglia la testa a Oloferne
      1599 – 1600
      Olio su tela
      145 x 195 cm
      Soprintendenza Speciale PSAE e per il Polo Museale della Città di Roma / Galleria Nazionale d’Arte Antica – Palazzo Barberini
      Roma
    • Cena in Emmaus
      1601
      Olio e tempera su tela
      141 x 196,2 cm
      The National Gallery
      Londra
    • San Giovanni Battista
      1602
      Olio su tela
      129 x 95 cm
      Pinacoteca Capitolina
      Roma
    • La presa di Cristo nell’Orto
      1602
      Olio su tela
      133,5 x 169,5 cm
      National Gallery of Ireland
      Dublino
    • Amor vincit Omnia
      1602
      Olio su tela
      156,5 x 113,3 cm
      Staatliche Museen Zu Berlin - Gemäldegalerie
      Berlino
    • Deposizione
      1602 - 1604
      Olio su tela
      300 x 203 cm
      Musei Vaticani Città del Vaticano
    • Sacrificio di Isacco
      1603
      Olio su tela
      104 x 135 cm
      Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze – Galleria degli Uffizi
      Firenze
    • San Giovanni Battista
      1603 – 1604
      Olio su tela
      173,4 x 132,1 cm
      The Nelson-Atkins Museum of Art
      Kansas City (Missouri)
    • San Giovanni Battista
      1606
      Olio su tela
      97 x 133 cm
      Soprintendenza Speciale PSAE e per il Polo Museale della Città di Roma / Galleria Corsini
      Roma
    • Incoronazione di spine
      1602 - 1605
      Olio su tela
      127 x 165 cm
      Kunsthistorisches Museum mit MVK und ÖTM Wissenschaftliche Anstalt öffentlichen Rechts
      Vienna
    • Cena in Emmaus
      1606
      Olio su tela
      141 x 175 cm
      Pinacoteca di Brera
      Milano
    • Flagellazione
      1607
      Olio su tela
      286 x 213 cm
      Patrimonio Fondo Edifici di Culto, amministrato dal Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione – Direzione Centrale per l’Amministrazione del Fondo Edifici di Culto / Napoli, Museo Nazionale di Capodimonte
      Napoli

     

    • Amorino dormiente
      1608
      Olio su tela
      72 x 105 cm
      Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze / Galleria Palatina – Palazzo Pitti
      Firenze
    • Annunciazione
      1608 – 1610
      Olio su tela
      285 x 205 cm
      Musée des Beaux-Arts
      Nancy
    • Seppellimento di Santa Lucia
      1608
      Olio su tela
      408 x 300 cm
      Patrimonio Fondo Edifici di Culto, amministrato dal Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione – Direzione Centrale per l’Amministrazione del Fondo Edifici di Culto / Chiesa di Santa Lucia al Sepolcro
      Siracusa
    • Adorazione dei Pastori
      1608 – 1609
      Olio su tela
      314 x 211 cm
      Museo Regionale di Messina
      Messina
    • David con la testa di Golia
      1610
      Olio su tela
      125 x 101 cm
      Soprintendenza Speciale PSAE e per il Polo Museale della Città di Roma / Galleria Borghese
      Roma