Art City 2019: visite guidate, concerti, spettacoli e nuovi percorsi museali
Arte, musica, spettacoli a Roma e nel Lazio

Art City 2019: visite guidate e nuovi percorsi museali
Castel Sant'Angelo con apertura del Passetto di Borgo, delle Prigioni Storiche, la Cagliostra e Stufetta di Clemente VII, Palazzo Venezia con il cammino di ronda e il Belvedere, i sotterranei del Vittoriano

Sere D’Arte a Castel Sant'Angelo  

La rassegna di arte, musica e teatro di Castel Sant’Angelo è ormai un appuntamento centrale dell’estate romana. Per questa edizione torna di scena lo scrigno architettonico del cortile di Alessandro VI, dove si alterneranno ben due rassegne musicali, sotto l’insegna di “Notti di musica a Castel Sant’Angelo”, una delle quali dedicata al Piano Solo, curate da Ernesto Assante.

Per i bambini e le famiglie, un ciclo di sette rappresentazioni teatrali, mentre percorsi di visita diversificati permetteranno di far conoscere aspetti, storie e personaggi legati alla millenaria vita di Castello. 

Conversazioni nella Loggia a Palazzo Venezia

Voi Ch’ascoltate
Eraldo Affinati

Quattro conversazioni, scandite da intermezzi musicali, sui padri della letteratura italiana: Dante, Petrarca, Leopardi e Manzoni. I relatori saranno presentati da Eraldo Affinati,curatore del ciclo di incontri. Letture brillanti e rigorose dei testi che hanno contribuito a formare la coscienza nazionale. Un invito a riconoscere e condividere le nostre radici più profonde, oltre i confini accademici e scolastici, nel richiamo universale ai valori fondamentali della cultura europea.  

Architettura necessaria
Sonia Martone e Pisana Posocco con la collaborazione di Irene Romano.

 L’ intento di questi incontri, già alla terza edizione, nella rinnovata cornice della Loggia Grande di Palazzo Venezia, è quello di ascoltare e interagire con le voci di studiosi e architetti di chiara fama sul tema dell’Architettura Necessaria per dare forma a valori condivisi; creare luoghi per l’inclusione e l’accoglienza; dare risposte al rischio e alle emergenze; preservare il patrimonio e la memoria; rinsaldare i  apporti tra uomini, luoghi e contesti antropici e naturali.

 L’Arte ci racconta
Valter Curzi

C’è stato un tempo in cui il nostro Paese con il suo straordinario patrimonio artistico e monumentale ha rappresentato una tappa fondamentale nell’educazione di artisti e intellettuali di tutta Europa. Nel Settecento il Grand Tour – che sceglie Roma come soggiorno massimamente ambito - si sviluppa nella consapevolezza che il bello rappresenta uno strumento indispensabile di educazione della personalità e dello spirito. E’ dunque ripartendo dall’esperienza del secolo dei Lumi che rimettiamo la storia dell’arte al centro della vita culturale dell’Urbe, con una serie di conversazioni che intendono restituire chiavi narrative diverse per una disciplina orientata alla conoscenza e al contempo al godimento.

Palcoscenico in 23 siti culturali del Lazio

Un viaggio tra i tesori del Lazio, ben 23 siti d’eccellenza, tra musei, palazzi nobiliari e complessi religiosi, legati da un programma vario, declinato secondo suggestioni dettate dai luoghi.
Scegliere non sarà facile, tra il repertorio classico e sacro ospitato all’interno e all’esterno di splendide chiese ed abbazie; tra le contaminazioni musicali a confronto con diversi linguaggi artistici; tra salotti di danza e riflessioni in prosa; fra trionfi rinascimentali all’interno di sale affrescate oppure e linguaggi contemporanei in dialogo con architetture e paesaggi.

Una splendida occasione perconoscere o riscoprire il territorio laziale attraverso la fruizione piena e integrata dei suoi luoghi della cultura.

Immaginario Etrusco - Cerveteri e Tarquinia

Un fitto programma di spettacoli, musica, teatro, visite a tema, teatralizzazioni e laboratori per la ricorrenza dei 15 anni dall'iscrizione dei siti di Cerveteri e Tarquinia nella lista del patrimonio mondiale dell’umanità.

Proprio il 4 luglio, data della firma di ratifica del prestigioso riconoscimento, sarà la data di avvio delle fitte manifestazioni, che vedono dipanarsi nelle diverse sedi un calendario di visite a tema e teatralizzate mirate alla riscoperta delle necropoli e dello straordinario patrimonio conservato.

Luci su Fortuna - Palestrina

Forte del successo della prima edizione, torna la rassegna estiva di spettacoli e visite teatralizzate ospitate nel grandioso complesso dell’antica Praeneste.

Anche quest’anno, insieme al museo sarà di scena il santuario, protagonista di una pièce teatrale dedicata ai miti di fondazione che arricchirà il percorso di visita; sulle grandi terrazze aperte sul panorama, i riflettori si accenderanno per sette serate su artisti di eccellenza, in un programma vario in grado di soddisfare ogni esigenza.

Mediterranea - Formia, Minturno e Sperlonga 

Tre luoghi antichi e magici per questa rassegna dedicata alle parole e ai suoni del Mediterraneo, culla comune e, da sempre, veicolo e spazio di scambio e contaminazione di culture diverse.

Miti e storie si intrecciano a musiche eredi di lunghe tradizioni, come quella napoletana, salentina, o magrebina; musica comunque sempre intrisa di suggestioni “altre”. Insieme agli artisti d’eccezione che danno vita a questa rassegna, saranno protagonisti gli scenari davvero unici del sito archeologico di Sperlonga, del teatro romano di Minturno, recuperato alla sua funzione e il piccolo, prezioso scrigno del museo archeologico di Formia.

Anfiteatro - Cassino

Cassino è la protagonista assoluta del ciclo di 7 spettacoli che si terranno nel comprensorio archeologico Casinuum e nell’anfiteatro di Cassino.