Antoniazzo Romano Pictor Urbis
1 novembre 2013 - 2 febbraio 2014 MOSTRA PROROGATA AL 2 MARZO 2014
Roma, Palazzo Barberini

Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini Mostre a Roma
Mostre a Roma
VISITE GUIDATE:
- GRUPPI
- SCUOLE

Per prenotazioni :

COOP. IL SOGNO
Viale R.Margherita, 192 00198 - Rome (Italy)
Ph. +39/0685301758 Fax +39/0685301756
Email: service@romeguide.it

Condividi A Palazzo Barberini dal 1° novembre 2013 la prima mostra monografica dedicata a un grande protagonista del Rinascimento a Roma.
Sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio storico artistico ed etnoantropologico e per il Polo museale della città di Roma, diretta da Daniela Porro, presenta la prima mostra monografica dedicata al pittore rinascimentale Antoniazzo Romano.
La rassegna, promossa e organizzata dalla Soprintendenza e curata da Anna Cavallaro e Stefano Petrocchi, è allestita negli ambienti monumentali dedicati alle mostre temporanee al piano terra di Palazzo Barberini.  Antonio Aquili detto Antoniazzo Romano (Roma 1435/40 - 1508), figura centrale del Rinascimento, fu attivo per quasi mezzo secolo fino al primo decennio del Cinquecento a Roma e nel territorio laziale. La mostra illustra il contesto in cui si sviluppa la vicenda artistica del maestro e le svolte fondamentali nella sua produzione.

COME ARRIVARE
Via delle Quattro Fontane, 13   - 00186 Roma
Bus: 52-53-56-58-60-61-95-116-175-492-590 Metropolitana Linea A: Barberini 
Calcola il percorso

ORARIO
Orario: dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 19.00 (la biglietteria chiude alle ore 18.00)
Chiusura: il lunedì, il 25 dicembre e il 1 gennaio

BIGLIETTI
Individuali: 8,00+ spese d'agenzia
Ridotti: 6,00 + spese d'agenzia (Cittadini UE maggiori di 65 anni, gruppi di almeno 15 persone, titolari di apposite convenzioni, insegnanti, studenti e docenti UE di Architettura, Lettere (indirizzo Archeologico o Storico-Artistico), Conservazione dei Beni Culturali e Scienze della Formazione, Accademie di Belle Arti.) Ridotto speciale € 3,00 (Minori di 18 anni inclusi gli extracomunitari, scuole primarie e secondarie, visitatori con biglietto di ingresso a pagamento della Galleria.)
Gratuito: Minori di 6 anni inclusi extracomunitari, membri dell' I.C.O.M., giornalisti, dipendenti MiBACT, portatori di handicap e accompagnatore, guide e interpreti turistici, 2 insegnanti per classe.
Mostra + Galleria: 10,00 + spese d'agenzia

Per prenotazioni :

COOP. IL SOGNO
Viale R.Margherita, 192 00198 - Rome (Italy)
Ph. +39/0685301758 Fax +39/0685301756
Email: service@romeguide.it

Antoniazzo Romano in mostra a Roma
LA MOSTRA

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio storico artistico ed etnoantropologico e per il Polo museale della città di Roma, diretta da Daniela Porro, presenta la prima mostra monografica dedicata al pittore rinascimentale Antoniazzo Romano.
La rassegna, promossa e organizzata dalla Soprintendenza e curata da Anna Cavallaro e Stefano Petrocchi, è allestita negli ambienti monumentali dedicati alle mostre temporanee al piano terra di Palazzo Barberini.

Antonio Aquili detto Antoniazzo Romano (Roma 1435/40 – 1508), figura centrale del Rinascimento, fu attivo per quasi mezzo secolo fino al primo decennio del Cinquecento a Roma e nel territorio laziale. La mostra illustra il contesto in cui si sviluppa la vicenda artistica del maestro e le svolte fondamentali nella sua produzione. Il pittore era contemporaneo di Benozzo Gozzoli, di Piero della Francesca e di Domenico Ghirlandaio, sui quali si formò, e di Melozzo da Forlì, Piermatteo d’Amelia e il Perugino con cui condivise importanti commissioni. La ricca produzione di pale d’altare, cicli decorativi e quadri di devozione, era destinata a un pubblico composto in prevalenza di alti prelati della curia romana, comunità religiose ed esponenti dei ceti nobiliari. Opere di grande suggestione e di qualità altissima, i suoi dipinti uniscono le novità rinascimentali agli splendori dell’arte medievale, nella profusione degli ori e nella bellezza sacrale dei suoi personaggi, specie le sue straordinarie Madonne dalle sembianze modernamente affini alle tipologie femminili di quel periodo.

Circa cinquanta le opere esposte - polittici, grandi pale, piccoli dipinti devozionali, tavole fondo oro, e un ciclo di affreschi staccati, insieme a opere di confronto e testimonianze documentarie - che offrono al pubblico un viaggio nel Rinascimento “quotidiano” di Antoniazzo e della sua nutrita bottega. La completezza del percorso espositivo è stata resa possibile dalla generosità di prestigiose istituzioni museali pubbliche e private (dai Musei Vaticani ai Musei nazionali del Bargello, di Capodimonte, e dell'Aquila, al Museo Poldi Pezzoli), di Musei civici (Rieti, Montefalco e Montefortino), di collezioni private (Umberto Veronesi e Fondazione Santarelli). Importanti prestiti provengono inoltre dalle maggiori chiese romane e laziali, di cui molte di proprietà del Fondo edifici culto del Ministero dell'Interno, e da complessi conventuali.

Per l'occasione, nell'ambito della sua attività istituzionale di tutela, la Soprintendenza ha curato la campagna di restauri delle principali opere di Antoniazzo esposte. La quasi totalità degli interventi conservativi è stata realizzata dai tecnici dei laboratori di restauro della Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico e il Polo museale di Roma e della Soprintendenza per il Patrimonio Storico e Artistico del Lazio, diretta da Anna Imponente, coordinati dai funzionari storici dell'arte dei due istituti.
A completare l'iniziativa, un itinerario cittadino, promosso in collaborazione con il Comune di Roma, accompagna il pubblico alla scoperta delle testimonianze della pittura di Antoniazzo e della sua scuola presenti in numerosi edifici storici di Roma. Imprenditore di una bottega operosissima e affollata, nell'arco di decenni Antoniazzo fu chiamato a decorare i luoghi sacri più importanti della città. Dalle basiliche dei Santi XII Apostoli, di Santa Croce in Gerusalemme, di San Giovanni in Laterano, al Pantheon, alle chiese gianicolensi di San Pietro in Montorio e San Onofrio, l'opera di Antoniazzo rappresenta il rinascimento romano.
I servizi di accoglienza e di promozione sono affidati a Gebart. Il catalogo della mostra è edito da Silvana Editoriale.



ANTONIAZZO ROMANO un itinerario cittadino alla scoperta del grande pittore rinascimentale

In occasione della rassegna monografica dedicata a Antoniazzo Romano, la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio storico artistico ed etnoantropologico  e per il Polo museale della città di Roma, in collaborazione con Roma Capitale e Zetema, promuove un itinerario cittadino, per accompagnare il pubblico alla scoperta della pittura di Antoniazzo e della sua scuola, presente in numerosi edifici storici di Roma.  Imprenditore di una bottega operosissima e affollata, Antoniazzo fu chiamato a decorare i luoghi sacri più importanti della città. Dalle basiliche dei Santi Apostoli, di Santa Croce in Gerusalemme, di San Giovanni in Laterano, al Pantheon, alle chiese gianicolensi di S. Pietro in Montorio e S. Onofrio, l'opera di Antoniazzo  rappresenta il Rinascimento romano. Le opere di seguito elencate saranno evidenziate con appositi pannelli informativi.

Basilica dei Santi XII Apostoli, cappella  del cardinale Bessarione
Piazza dei Santi Apostoli, 51
Antoniazzo Romano  e bottega,  Storie di san Michele Arcangelo
L’abside, riscoperta alla fine del secolo scorso nella cappella funeraria del cardinale Bessarione,
raffigura il Miracolo  di san Michele Arcangelo, che appare sotto forma di toro in una grotta sul monte Gargano e respinge le frecce degli arcieri, la Processione  dei vescovi guidata dal vescovo di Siponto che si reca alla grotta del toro, e un frammento della decorazione absidale  con angeli musicanti. Databile tra il 1464 e il 1467,  è opera di collaboratori del maestro romano.

Pantheon, secondo altare a destra
Piazza della Rotonda
Antoniazzo Romano, Annunciazione
Entro un grande arcone dipinto in prospettiva si svolge l’Annunciazione (affresco riportato su tela), con la Vergine in ginocchio su un semplice sgabello ligneo e l’angelo annunciante che le porge il giglio; in lato, affacciato da nuvole, Dio Padre benedicente. La scena è ambientata di fronte ad un elegante prospetto classicheggiante suddiviso da paraste con capitelli corinzi; il dipinto è assegnato a Antoniazzo Romano.

Chiesa  di San Pietro in Montorio, terza cappella  a sinistra
Piazza  S. Pietro in Montorio, 2
Antoniazzo Romano, Sant’Anna Metterza
L’affresco, opera di Antoniazzo Romano databile alla fine del XV secolo, rappresenta sant’Anna che sovrasta il gruppo sacro della Vergine con il Bambino, secondo la rara iconografia di sant’Anna Metterza; nella calotta absidale è il Redentore benedicente. Sopra l’arco della cappella in un’ambientazione  naturalistica siedono in trono i profeti Davide e Salomone ai lati dello stemma della corona spagnola, con i rotoli con iscrizioni che inneggiano alla Vergine tratti dal Cantico dei Cantici.

Chiesa  di Sant’Onofrio, prima cappella  a destra
Piazza di S. Onofrio, 2
Antoniazzo Romano, Annunciazione
Nelle due vele della volta sono dipinti l’angelo annunziante sormontato dalla figura dell’Eterno benedicente a mezzo busto, e la Vergine annunziata in ginocchio davanti a una tenda damascata che suggerisce un interno domestico.   La composizione, attribuita a Antoniazzo Romano e databile nell’ultimo decennio del ‘400, replica il modello dell’Annunciazione della Camera di Santa Caterina alla Minerva.

Parrocchia di S. Maria Maggiore  in S. Vito, primo altare a sinistra
Via  Carlo Alberto, 47
Bottega di Antoniazzo Romano, Madonna e santi
L’affresco,  opera  di  ignoto  pittore  antoniazzesco,  raffigura  la  Madonna  e  i  santi  Crescenza  e Modesto  nella  lunetta,  san  Sebastiano,  santa  Margherita,   san  Vito nella  parete  sopra  l’altare, l’Eterno benedicente nella volta. Sotto ciascun santo è iscritto il nome mentre la data 1483 è segnata a destra sotto la figura di san Vito, affiancato da un cane che allude al suo potere di guaritore contro la rabbia.

Basilica di Santa  Croce in Gerusalemme, presbiterio
Piazza di Santa Croce in Gerusalemme, 12
Antoniazzo Romano, Storie della Vera Croce
La decorazione del catino absidale realizzata da Antoniazzo Romano e collaboratori tra il 1492 e il
1495 per il cardinale Pedro Mendoza, raffigurato in adorazione della Croce, illustrano l’Invenzione della Vera Croce,connessa alle origini della basilica che la tradizione vuole eretta da sant’Elena per custodire le preziose reliquie della Croce, e l’Esaltazione della Croce, con l’imperatore Eraclio che riporta la sacra reliquia nella Città Santa, una Gerusalemme che in realtà riproduce una veduta di Roma.

Basilica di San Giovanni in Laterano, transetto, ciborio di Urbano V
Piazza di San Giovanni in Laterano
Antoniazzo Romano, figurazioni affrescate
Il ciborio trecentesco dell’altare maggiore fu dipinto nell’ultimo decennio del ‘400 da Antoniazzo e collaboratori: nel lato verso la navata è la Crocifissione e i santi Jacopo,  Paolo,  Pietro e Andrea; nel lato verso  il presbiterio  è la Madonna  con il Bambino adorata  da un cardinale,  tra i santi Lorenzo, Giovanni Battista, Stefano e Giovanni Evangelista; nei laterali l’Annunciazione, l’Incoronazione  della  Vergine  e  i  santi  Caterina   e  Antonio, e  Cristo  Buon  Pastore   e  i  santi Gregorio, Agostino, Girolamo e Ambrogio.

Per prenotazioni :

COOP. IL SOGNO
Viale R.Margherita, 192 00198 - Rome (Italy)
Ph. +39/0685301758 Fax +39/0685301756
Email: service@romeguide.it

PERCORSO MOSTRA

I PRIMI PITTORI ROMANI

Faleria, Chiesa di San Giuliano Ospitaliero, Simone da Roma, Redentore, tempera su tavola
Tivoli, chiesa di San Biagio, Antonio da Viterbo, San Vincenzo Ferrer, olio su tavola
Sant’Angelo Romano, chiesa di Santa Liberata, anonimo benozzesco, Santa Liberata, olio su tavola

LE PRIME COMMISSIONI

Rieti, Museo Civico, Antoniazzo Romano, Madonna con il Bambino, tempera su tavola
Rieti, Museo Civico, Antoniazzo Romano, San Francesco, tempera su tavola
Subiaco, chiesa di San Francesco, Madonna con il Bambino e i santi Francesco e Antonio, trittico,
olio su tavola
Milano, collezione Veronesi, Antoniazzo Romano, Madonna con il Bambino e sant’Anna, tempera su tavola
Civita Castellana, Episcopio, Antoniazzo Romano, Natività, tempera su tavola

ALLA CORTE DEI CAETANI

Fondi, chiesa di San Pietro, cappella della Croce, Antoniazzo Romano, Madonna con il Bambino e i santi Pietro e Paolo e il committente Onorato Caetani, trittico, tempera su tavola
Roma, Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini, Antoniazzo Romano, San Sebastiano tra Onorato e Bernardino Caetani, olio su tavola
Capua, Museo Diocesano, Antoniazzo Romano, Madonna con il Bambino tra Santo Stefano e Santa Lucia, tempera su tavola

GLI STATUTI DEL 1478

Roma, Accademia di San Luca, San Luca riceve gli statuti dell’Università dei Pittori, frontespizio del codice degli statuti del 1478

INFLUENZE, COLLABORAZIONI E SCAMBI

Roma, Istituto Nazionale della Grafica, Benozzo Gozzoli, Testa di vescovo, disegno
Firenze, Bargello, Scultore Verrocchiesco, Madonna del Davanzale, bassorilievo marmoreo
Città del Vaticano, Pinacoteca Vaticana, Melozzo, Testa di apostolo, dipinto murale staccato
Roma, Palazzo Sciarra (Fondazione Roma), Piermatteo d’Amelia, Imago Pietatis, tempera su tavola
Roma, Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini, Perugino, San Filippo Benizi, olio su tavola
Perugia, Chiesa di San Francesco al Prato, Fiorenzo di Lorenzo, San Francesco, statua lignea

IL SUCCESSO DELLE IMMAGINI MARIANE. LE TAVOLETTE TABERNACOLO

Roma, Collegio Pontificio Scozzese, Antoniazzo Romano, Madonna con il Bambino, tempera su tavola
Roma, Collegio degli Agostiniani Irlandesi, Antoniazzo Romano, Madonna con il Bambino, tempera su tavola
Firenze, Collezione privata, Collaboratore di Antoniazzo Romano, Madonna con il Bambino, tempera su tavola
Velletri, Museo Diocesano, Antoniazzo Romano, Madonna con il Bambino, tempera su tavola
Roma, Pio Sodalizio dei Piceni, Antoniazzo Romano, Madonna con il Bambino, stendardo, tempera su tela
Milano, Museo Poldi Pezzoli, Antoniazzo Romano, San Girolamo, tempera su tavola

IL RECUPERO DEI TEMI MEDIEVALI

Sutri, Cattedrale, pittore romano fine XII-inizio XIII secolo, Cristo benedicente, tempera su tavola
Zagarolo, chiesa di San Lorenzo, Antoniazzo Romano, Redentore e santi, trittico, olio su tavola
Velletri, Museo Diocesano, Antoniazzo Romano, copia Icona della Madonna di Sant’Agostino, tempera su tavola
Roma, Convento di Sant’Ambrogio della Massima, Bottega di Antoniazzo
Romano, Deposizione, affresco staccato

LE GRANDI PALE D’ALTARE

Rieti, Museo Civico, Antoniazzo Romano, Sant’Antonio, tempera su tavola
Montefortino, Pinacoteca Fortunato Duranti, Antoniazzo Romano, Santa Caterina, tempera su tavola
Roma, Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini, Antoniazzo Romano, Madonna con il Bambino e i santi Paolo e Francesco d'Assisi, olio su tavola
Montefalco, Museo di San Francesco, Antoniazzo Romano, San Vincenzo, Santa Caterina, Sant’Antonio da Padova, tempera su tavola
Roma, Museo del Convento di Santa Sabina, Antoniazzo Romano, San Vincenzo Ferrer e il committente, tempera su tavola
Roma, Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini, Antoniazzo Romano, Natività e i santi Andrea e Lorenzo, tempera su tavola

LA BOTTEGA DI PIAZZA CERASA

Roma, Collegio Pontificio Germanico, Antoniazzo Romano e scuola, Vergine annunciata e Angelo annunciante, tempera su tavola
46. Palombara Sabina, chiesa di Santa Maria del Gonfalone, Bottega di Antoniazzo Romano, Annunciazione, tempera su tavola

LA CAMERA DI SANTA CATERINA

Roma, Chiesa Santa Maria sopra Minerva, Antoniazzo Romano e scuola, Camera di Santa Caterina, Crocifissione e santi, Annunciazione, Santa Lucia e Santa Apollonia, san Girolamo e san Paolo eremita, affreschi staccati
Roma, Ordinariato Militare a Magnanapoli, Antoniazzo Romano e scuola, Santa Caterina d’Alessandria, santa Brigida di Svezia, affreschi staccati

IL GIUBILEO DEL 1500

Roma, Chiesa di Santa Maria sopra Minerva, Antoniazzo Romano, Annunciazione e il cardinale Torquemada, tempera su tavola

UNA FAMIGLIA DI PITTORI: IL FIGLIO MARCANTONIO AQUILI

Rieti, Museo Civico, Marcantonio Aquili, Resurrezione, trittico, tempera su tavola

RIFLESSI NELLA PITTURA DELL'ITALIA CENTRALE

Viterbo, Museo Civico, Pancrazio Jacovetti, Nozze di Santa Caterina e San
Giovanni Battista, tempera su tavola
Roma, collezione Vitetti, Anonimo viterbese, Madonna e santi, tempera su tavola
Napoli, Museo di Capodimonte, Cristoforo Scacco, Madonna con il Bambino e
i santi Francesco e Giovanni Battista, tempera su tavola
L’Aquila, Museo Nazionale, Saturnino Gatti, Madonna con il Bambino e due angeli, tempera su tavola
Roma, collezione Santarelli, Cola dell’Amatrice, Madonna con il Bambino, olio su tavola

I DOCUMENTI

Roma, Biblioteca Angelica, Manoscritto 603
Roma, Archivio di Stato, Lettera di Antoniazzo al cardinale Guglielmo de Pereriis per una cappella in Santa Maria della Pace, documento cartaceo
Roma, Archivio di Stato, Pagamenti per gli apparati per l’ incoronazione di Alessandro VI, volume legato in pergamena
Roma, Archivio di Stato, Pagamento per la tavola dell’Annunziata di Santa Maria sopra Minerva, volume cartaceo legato in pergamena
Roma, Archivio di Stato, Testamento di Antoniazzo in data 28 marzo 1508, volume legato in pergamena
Roma, Archivio di Stato, Divisione dei beni tra gli eredi in data 6 marzo 1520, volume legato in pergamena

Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini
Roma, Chiesa di Santa Maria sopra Minerva, camera di Santa Caterina, San Girolamo e San Paolo eremita Roma, Chiesa di Santa Maria sopra Minerva, camera di Santa Caterina, Crocifissione e santi Roma, Chiesa di Santa Maria sopra Minerva, Antoniazzo Romano, cappella dell’Annunziata, Annunciazione e il cardinale Torquemada Roma, Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini, inv. 4219, Antoniazzo Romano, Natività e i santi Andrea e Lorenzo
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini
Rieti, Museo Civico, Antoniazzo Romano, Madonna con il Bambino, tavola firmata e datata 1464, 182x88

Rieti, Museo Civico, Antoniazzo Romano, San Francesco, tavola, 173x61,5

Subiaco, chiesa di San Francesco, Madonna con il Bambino e i santi Francesco e Antonio, trittico, 158x63 (tavola centrale), 142x41 (laterali)

Civita  Castellana, Episcopio, Antoniazzo Romano, Natività, tavola, 130x79
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini

Fondi, chiesa di San Pietro, cappella della Croce, Antoniazzo Romano, Madonna con il Bambino e i santi Pietro e Paolo e il committente Onorato Caetani, trittico firmato, 163x270 (insieme)

Roma, Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini, inv. 1465, Antoniazzo Romano, San Sebastiano e due devoti, tavola, 179x107

Roma, Accademia di San Luca, Archivio Storico, Fondo B. 4, San Luca riceve gli statuti dell’Università dei Pittori, frontespizio del codice degli statuti del 1478, 30,5x21,2x3 (da esporre aperto 30,5x42,4x3)

Città del Vaticano, Pinacoteca Vaticana, Melozzo, testa di apostolo, dipinto murale staccato, inv. 40269-14.2, 62,5x62,5 cm
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini
Antoniazzo Romano in mostra a Palazzo Barberini

Roma, Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini, inv. 896, Perugino, San Nicola da Tolentino, olio su tavola, 79x62 cm

Zagarolo, chiesa di San Lorenzo, Antoniazzo Romano, Redentore e santi, trittico,  110x120                                                                Roma, Convento di Sant’Ambrogio della Massima, bottega di Antoniazzo Romano, Deposizione, affresco staccato, 205 x 205 cm Montefalco, Museo di San Francesco, Antoniazzo Romano, San Vincenzo, Santa Caterina, Sant’Antonio da Padova, tavola, 164x173