Agenzia DOLCI SOGNI by Coop. Soc. IL SOGNO a r.l.
Autorizzato Prov. Roma R.U. 1333 del 02/04/2012
 
MODALITÁ DI PAGAMENTO

C5 per mille alla Coop. soc. Il Sogno
Corsi a Roma
Visite guidate con permesso speciale Roma
Visite guidate serali animate con attori
 
 

. Romeguide - La guida di Roma  
  telefono 06.85301758 - fax 06.85301756 - EmailEmail: ilsogno@romeguide.it
Coop. soc. IL SOGNO arl - Viale Regina Margherita 192 - 00198 ROMA
. la guida online piu' completa di Roma
DOVE DORMIRE divisore TOURS DI ROMA divisore MOSTRE divisore MUSICA divisore TEATRI divisore VATICANO divisore VISITE GUIDATE divisore SPECIALE GRUPPI
spazio
MUSICA
spazio

AUDITORIUM - PARCO DELLA MUSICA
Viale Pietro de Coubertin, 30

UTE LEMPER: Omaggio a Marlene Dietrich

il 04/02/2019

RICHIESTA INFORMAZIONI
Email:
Tel.(facoltativo):

*per avere anche conferma telefonica.
.
n. PaxData richiesta:

Richiedi altre informazioni

La prenotazione ├Ę soggetta a conferma


Call Center Coop. Soc. IL SOGNO a r.l.
Lunedì - Venerdì: ore 9-19
Sabato ore 10-14
Domenica chiuso

Per prenotazioni:
Cooperativa Sociale
IL SOGNO a.r.l.
Viale Regina Margherita, 192
00198 ROMA
Tel. 06.85301758
Fax 06.85301756
service@romeguide.it

Ute Lemper in Rendez-vous with Marlene / Omaggio a Marlene Dietrich il 4 febbraio a Roma all'Auditorium Ute Lemper - voceVana Gierig - pianoforte Cyril Garac - violinoRomain Lecuyer - contrabbassoZeno De Rossi - percussioni Il nuovo spettacolo di Ute Lemper si basa su una telefonata di tre ore tra Marlene e Ute nel 1988 a Parigi, 30 anni fa...
maggiori informazioni sull´evento

PREZZI BIGLIETTI
Platea € 44.50
Gallerie II settore € 32.50
Gallerie III settore € 22.50
N.B. PREZZI COMPRENSIVI DI COMMISSIONE DI AGENZIA


   INFO EVENTO:

Ute Lemper in Rendez-vous with Marlene / Omaggio a Marlene Dietrich il 4 febbraio a Roma all'Auditorium
Ute Lemper - voce
Vana Gierig - pianoforte
Cyril Garac - violino
Romain Lecuyer - contrabbasso
Zeno De Rossi - percussioni
Il nuovo spettacolo di Ute Lemper si basa su una telefonata di tre ore tra Marlene e Ute nel 1988 a Parigi, 30 anni fa.
Dopo aver ricevuto il premio francese MOLIERE per la sua performance in CABARET a Parigi, Ute inviò una cartolina a Marlene, che viveva in Avenue de Montaigne 12 dal 1979, scusandosi per tutta l'attenzione mediatica di quel momento che la paragonava a Marlene Dietrich.
Ute era solo all'inizio della sua carriera in teatro e nella musica, mentre Marlene aveva alle spalle una lunga vita piena di film, musica, incredibili collaborazioni, appassionate storie d'amore e grande celebrità.
Che regalo meraviglioso, poter ascoltare Marlene parlare della sua vita, del suo lavoro, del suo amore per il poeta Rilke, della sua complicata relazione con la Germania, del suo dolore e delle sua attrazioni.
Quando Ute interpretò la parte di LOLA nella produzione de L'Angelo Azzurro a Berlino nel 1992, il ruolo che rese Marlene la star di ANGELO AZZURRO nel 1928, Marlene morì a Parigi, esattamente 6 giorni prima della premiére berlinese. Dopo il suo funerale a La Madeleine, Marlene fu infine sepolta a Berlino.
Ute racconta la storia di Marlene, cantando le meravigliose canzoni che hanno segnato i vari capitoli della sua vita, dagli anni del Cabaret Berlinese alle collaborazioni con Burt Bacharach.
Programma
Where Have All The Flowers Gone (Pete Seeger)
One For My Baby (Harold Arlen / Johnny Mercer)
Life's A Swindle (Mischa Spoliansky / Marcellus Schiffer)
Lola (Friedrich Hollaender)
Boys In The Backroom (Frank Loesser / Friedrich Hollaender)
Lili Marleen (Norbert Schulze / Hans Leip)
Ruins Of Berlin (Friedrich Hollaender)
Black Market (Friedrich Hollaender)
LUNEDÌ 4 FEBBRAIO 2019 SALA SANTA CECILIA ORE 21
When The World Was Young (Johnny Mercer / M. Philippe-Gérard)
Dejeuner du Matin (Jacques Prévert / Joseph Kosma)
Ne Me Quitte Pas (Jacques Brel)
Laziest Gal In Town (Cole Porter)
I've Grown Accustomed to Her Face (Frederick Lowe / Alan Jay Lerner)
Blowin' In The Wind (Bob Dylan)
Que Reste-T-il De Nos Amours / I Wish You Love (Charles Trenet)
Just A Gigolo (Leonello Casucci)
Falling In Love Again (Friedrich Hollaender)
in collaborazione con Fondazione Musica per Roma
meno informazioni

spazio
Invia a MySpace!