Agenzia DOLCI SOGNI by Coop. Soc. IL SOGNO a r.l.
Autorizzato Prov. Roma R.U. 1333 del 02/04/2012
 
MODALITÁ DI PAGAMENTO

C5 per mille alla Coop. soc. Il Sogno
Corsi a Roma
Corsi estivi a Roma
Visite guidate con permesso speciale Roma
Visite guidate serali animate con attori
 
 

. Romeguide - La guida di Roma  
  telefono 06.85301758 - fax 06.85301756 - EmailEmail: ilsogno@romeguide.it
Coop. soc. IL SOGNO arl - Viale Regina Margherita 192 - 00198 ROMA
. la guida online piu' completa di Roma
DOVE DORMIRE divisore TOURS DI ROMA divisore MOSTRE divisore MUSICA divisore TEATRI divisore VATICANO divisore VISITE GUIDATE divisore SPECIALE GRUPPI
spazio
TEATRI
spazio

VASCELLO
Via Giacinto Carini 72-78

ODE ALLA BELLEZZA TRE CREAZIONI SULLA DIVERSITA'

dal 14/05/2019 al 19/05/2019

RICHIESTA INFORMAZIONI
Email:
Tel.(facoltativo):

*per avere anche conferma telefonica.
.
n. PaxData richiesta:

Richiedi altre informazioni

La prenotazione è soggetta a conferma


Call Center Coop. Soc. IL SOGNO a r.l.
Lunedì - Venerdì: ore 9-19
Sabato ore 10-14
Domenica chiuso

Per prenotazioni:
Cooperativa Sociale
IL SOGNO a.r.l.
Viale Regina Margherita, 192
00198 ROMA
Tel. 06.85301758
Fax 06.85301756
service@romeguide.it

dal 14 al 19 maggio 2019 dal martedì al sabato h 21 – domenica h 18 (danza) Compagnia Enzo Cosimi ODE ALLA BELLEZZA TRE CREAZIONI SULLA DIVERSITÀ 14 e 15 maggio 2019 (danza) HOMELESS 16 e 17 maggio 2019 (danza - sala studio) CORPUS HOMINIS 18 e 19 maggio 2019 (danza) I LOVE MY SISTER ODE ALLA BELLEZZA, tre creazioni sulla diversità, propone una riflessione su figure emarginate nella società contemporanea...
maggiori informazioni sull´evento

PREZZI BIGLIETTI
Intero € 16,00       € 12.00


   INFO EVENTO:

dal 14 al 19 maggio 2019 dal martedì al sabato h 21 – domenica h 18 (danza)
Compagnia Enzo Cosimi

ODE ALLA BELLEZZA TRE CREAZIONI SULLA DIVERSITÀ
14 e 15 maggio 2019 (danza) HOMELESS
16 e 17 maggio 2019 (danza - sala studio) CORPUS HOMINIS
18 e 19 maggio 2019 (danza) I LOVE MY SISTER

ODE ALLA BELLEZZA, tre creazioni sulla diversità, propone una riflessione su figure emarginate nella società contemporanea. La caratteristica è quella di coinvolgere nel lavoro persone appartenenti a delle minoranze o interpreti non professionisti, rendendole protagoniste. Gli allestimenti sono pensati per spa-zi non prettamente teatrali.
Nel 2015, è stata presentata, in co-produzione con Cagliari Capitale Italiana della Cultura, la prima tap-pa del progetto, LA BELLEZZA TI STUPIRA' che ha coinvolto venti homeless, in un lavoro creativo sul territorio, in collaborazione con la Caritas cagliaritana. Nel 2016 è stata la volta di CORPUS HOMINIS, sul rapporto tra la vita/esistenza di omosessuali anziani e la contemporaneità. Il percorso è stato facilita-to dagli incontri curati dal Cassero di Bologna e dal Circolo Mario Mieli di Roma. Entrambi i lavori sono passati attraverso interviste video o audio che hanno portato una bruciante testimonianza delle scelte di vita delle persone coinvolte. Il nuovo lavoro con cui Cosimi vuole portare a compimento la Trilogia e che debutterà a fine ottobre 2018, sarà I LOVE MY SISTER. Cosimi vuole indagare quel processo identitario che costituisce oggi un fenomeno sempre più posto all'attenzione della cultura contemporanea, ormai non disposto a rimanere silenzioso. Una tematica ancora per certi versi scabrosa, una ricerca che ap-proda ad un segno spettacolare multidisciplinare nell'intento di svelare, di esplorare, una complessa di-mensione che riunisce miti, antichi archetipi sessuali e recenti artifici virtuali che da sempre affascinano l'essere umano. Un'indagine sulla transessualità dei corpi che reinventano il loro abitare lo spazio fisico, urbano e sociale e che pagano lo scotto di un'invisibilità inflitta che relega ai margini le loro storie, a maggior ragione quando queste storie riguardano persone in transito FtoM, ovvero transessuali dal femminile al maschile.

HOMELESS LA BELLEZZA TI STUPIRA'
Performance/Installazione
regia, video, coreografia Enzo Cosimi
costumi Fabio Quaranta
disegno luci Gianni Staropoli
disegno luci - Cagliari Capitale Italiana della Cultura 2015 - Loic Hamelin
violoncello Flavia Passigli
con la partecipazione dei cittadini
organizzazione Anita Bartolini
coproduzione MIBACT, Cagliari Capitale Italiana della Cultura 2015

La creazione, di natura coreografica/performativa e installativa, nasce da una indagine e riflessione sui temi della marginalità sociale, sulla figura dell'homeless e sulla sua regale solitudine nella società con-temporanea. Il lavoro, sviluppatosi attraverso studi precedenti, è realizzato in collaborazione con Asso-ciazioni di persone senza fissa dimora, un mondo sotterraneo, abitato da figure borderline che scelgono o si trovano a vivere drammaticamente ai bordi della società odierna. L'esperienza di vita degli homeless rappresenta il fulcro drammaturgico del lavoro, ispirato dall'opera di Joseph Beuys. Il progetto vede la collaborazione per i costumi del fashion designer Fabio Quaranta, tra i più interessanti e innovativi stilisti del design contemporaneo. Una sfilata visionaria, video ritratti di persone senza fissa dimora nei loro luoghi di vita, diventano un tableau vivant, un unico piano sequenza che prende le sembianze di un racconto fiabesco immerso in un'inquietudine sospesa e rarefatta. In questo modo, la sensibilità contemporanea "sporca" l'aurea intoccabile del Principe - homeless, attraverso uno sguardo allo stesso tempo estetico e sociopolitico, realizzando una coreografia politica, scevra da comune retorica.

CORPUS HOMINIS
ideazione, regia, coreografia Enzo Cosimi
performer Matteo Sedda, Lino Bordin
immagini Lorenzo Castore
disegno luci Gianni Staropoli
video Stefano Galanti
sound design Enzo Cosimi
montaggio suono e foto Niccolò Notario
cura spazio scenico Enzo Cosimi, Gianni Staropoli
organizzazione Anita Bartolini
in collaborazione con Festival Danza Urbana - Bologna, Festival Teatri di Vetro

Corpus Hominis, indaga il rapporto tra la vita/esistenza di omosessuali in età matura e la contemporaneità, in un sistema eterogeneo di simboli culturali e significati sociali. Corpi in disfacimento, valori appannati inseriti in una realtà dove la modernità incorona la bellezza patinata, posticcia di una società ormai essiccata di valori come l'emblema di una nuova era. Corpus Hominis rappresenta la se-conda tappa del progetto "Ode alla bellezza. Tre creazioni sulla diversità"

I LOVE MY SISTER
ideazione, regia, coreografia Enzo Cosimi
regia video Stefano Galanti
performer Egon Botteghi
drammaturgia video Stefano Galanti, Enzo Cosimi
video live Stefano Galanti
organizzazione Anita Bartolini
meno informazioni

spazio
Invia a MySpace!