Agenzia DOLCI SOGNI by Coop. Soc. IL SOGNO a r.l.
Autorizzato Prov. Roma R.U. 1333 del 02/04/2012
 
MODALITÁ DI PAGAMENTO

C5 per mille alla Coop. soc. Il Sogno
Corsi online con Skype
Corsi a Roma
Visite guidate con permesso speciale Roma
Visite guidate serali A rOMA
 
 

. Romeguide - La guida di Roma  
  telefono 06.85301758 - fax 06.85301756 - EmailEmail: ilsogno@romeguide.it
Coop. soc. IL SOGNO arl - Viale Regina Margherita 192 - 00198 ROMA
. la guida online piu' completa di Roma
DOVE DORMIRE divisore TOURS DI ROMA divisore MOSTRE divisore MUSICA divisore TEATRI divisore VATICANO divisore VISITE GUIDATE divisore SPECIALE GRUPPI
spazio
Musei di Roma
Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco
c.so Vittorio Emanuele II, 166
Tel.:
WWW
Come arrivare:
INFORMAZIONI GENERALI:

Museo:Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco
Tipologia: ARCHEOLOGICI
Indirizzo: c.so Vittorio Emanuele II, 166

Ottobre - maggio
Da martedì a domenica ore 10,00 - 16,00 (ingresso consentito fino alle 15,30)
24 e 31 dicembre ore 10,00 - 14,00 (l'ingresso è consentito fino alle 13,30)

Giugno - settembre
Da martedì a domenica ore 13,00 - 19,00 (ingresso consentito fino alle 18,30)

Giorni di chiusura
Lunedì, 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre

INGRESSO LIBERO

Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco
Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco

Il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco è formato da una prestigiosa collezione di sculture antiche - arte assira, egizia, cipriota, fenicia, etrusca, greca-romana - che Giovanni Barracco, ricco gentiluomo calabrese, donò al Comune di Roma nel 1904.  Il Barone Barracco aveva dedicato la sua vita alla raccolta dei reperti, sia acquistandoli sul mercato antiquario sia recuperandoli dagli scavi che sul finire dell'ottocento segnarono le trasformazioni urbanistiche di Roma Capitale.  Per ospitare la collezione fu costruita un'apposita palazzina neoclassica che purtroppo andò distrutta con i lavori per l'allargamento di Corso Vittorio.  Solo a partire dal 1948 la collezione poté essere riordinata nella "Farnesina ai Baullari", edificio eretto nel 1516 su progetto di Antonio da Sangallo il Giovane. 

L'arte egizia è rappresentata a partire dalle più antiche dinastie (3. 000 a. C) fino all'epoca romana. 

Dalla Mesopotamia provengono le preziose lastre assire, ornamento parietale dei palazzi di Assurbanipal a Ninive e Senacherib a Nirmud, del VII e VI sec a.  C. 

Una rarità per i musei italiani è la sezione dedicata all'arte cipriota, della quale sono esposti alcuni oggetti di rara fattura, come il carretto votivo policromo e la testa di Eracle del VII-VI sec.  a.  C. 

L'arte greca vanta numerosi originali, tra cui opere che compongono un quadro esaustivo del grande artista Policleto (V sec.  a.  C. ) e della sua scuola. 

Per l'arte romana si segnala la testa di un fanciullo della famiglia Giulia, raffinato esempio della ritrattistica privata della prima epoca imperiale (I sec.  d.  C. ). 

Infine l'arte provinciale è presente con tre lastre provenienti da Palmira, città carovaniera che ebbe il massimo splendore nel II sec.  d.  C. 

Chiude il percorso il mosaico policromo proveniente dalla prima basilica di San Pietro a Roma, datato al XII sec. 


MUSEI DI ROMA

 ARCHEOLOGICI
 ARTISTICI
 NATURALISTICI
 STORICI
 TECNICO SCIENTIFICI
 ALTRO


Ricerca un museo a Roma
Nome
Parola chiave