Agenzia DOLCI SOGNI by Coop. Soc. IL SOGNO a r.l.
Autorizzato Prov. Roma R.U. 1333 del 02/04/2012
 
MODALITÁ DI PAGAMENTO

C5 per mille alla Coop. soc. Il Sogno
Corsi online con Skype
Corsi a Roma
Visite guidate con permesso speciale Roma
Visite guidate serali A rOMA
 
 

. Romeguide - La guida di Roma  
  telefono 06.85301758 - fax 06.85301756 - EmailEmail: ilsogno@romeguide.it
Coop. soc. IL SOGNO arl - Viale Regina Margherita 192 - 00198 ROMA
. la guida online piu' completa di Roma
DOVE DORMIRE divisore TOURS DI ROMA divisore MOSTRE divisore MUSICA divisore TEATRI divisore VATICANO divisore VISITE GUIDATE divisore SPECIALE GRUPPI
spazio
Musei di Roma
Museo di Casal de’ Pazzi (deposito pleistocenico)
Via Ciciliano
Tel.:
WWW
Come arrivare:
INFORMAZIONI GENERALI:

Museo:Museo di Casal de’ Pazzi (deposito pleistocenico)
Tipologia: ALTRO
Indirizzo: Via Ciciliano

Inaugurazione il 30 marzo 2015, alle ore 10,30

06 24404006
06 67103430

Ingresso libero

Museo di Casal de’ Pazzi (deposito pleistocenico) Museo di Casal de’ Pazzi (deposito pleistocenico)
Museo di Casal de’ Pazzi (deposito pleistocenico) Museo di Casal de’ Pazzi (deposito pleistocenico)

Il Museo di Casal de' Pazzi è un'importante area di interesse archeologico, geologico, paleontologico in corso di musealizzazione. Si trova a Roma, nel V Municipio, tra la via Tiburtina e la via Nomentana, non lontano dal fiume Aniene. La struttura museale ricopre parte di un deposito pleistocenico ed è in avanzata fase di realizzazione ma non ancora aperta continuativamente al pubblico.

Il sito di Rebibbia Casal de' Pazzi si trova tra la via Nomentana e la via Tiburtina, non lontano dal fiume Aniene e dai numerosi altri siti paleolitici che ne costellavano in passato l'ultimo tratto.

Il Museo ospita parte di un deposito pleistocenico databile a circa 200.000 anni fa che si trova nell'ultimo tratto della valle dell’Aniene, come altri siti paleolitici trovati in passato. Il deposito fu oggetto di scavi della Soprintendenza Archeologica di Roma dal 1981 al 1986 che hanno messo in luce su un'area di oltre 1200 mq l'antico alveo del fiume, all'interno del quale sono stati raccolti circa 2.200 resti ossei ed oltre 1.500 reperti in pietra, trascinati e poi depositati dall’antico corso d’acqua.
Le ossa, che appartengono soprattutto a grandi mammiferi come l’elefante antico e ad uccelli acquatici, erano coperte da ghiaie e sabbie accumulate dal fiume. Dallo strato più basso proviene un frammento cranio umano.
L'industria litica comprende una varietà di strumenti ma un solo grande chopper, proveniente da strati più antichi erosi dal fiume. Alcuni frammenti di ossa animali sono stati lavorati dall'Uomo. Al termine dei lavori di allestimento, il Museo comprenderà una sala espositiva con reperti e punti informativi, accanto al grande ambiente che ospita l’alveo del fiume con i materiali al loro posto originale di ritrovamento.


MUSEI DI ROMA

 ARCHEOLOGICI
 ARTISTICI
 NATURALISTICI
 STORICI
 TECNICO SCIENTIFICI
 ALTRO


Ricerca un museo a Roma
Nome
Parola chiave