Agenzia DOLCI SOGNI by Coop. Soc. IL SOGNO a r.l.
Autorizzato Prov. Roma R.U. 1333 del 02/04/2012
 
MODALITÁ DI PAGAMENTO

C5 per mille alla Coop. soc. Il Sogno
Corsi a Roma
Speed date a Roma
 
 

. Romeguide - La guida di Roma  
  telefono 06.85301758 - fax 06.85301756 - EmailEmail: ilsogno@romeguide.it
Coop. soc. IL SOGNO arl - Viale Regina Margherita 192 - 00198 ROMA
. la guida online piu' completa di Roma
DOVE DORMIRE divisore TOURS DI ROMA divisore MOSTRE divisore MUSICA divisore TEATRI divisore VATICANO divisore VISITE GUIDATE divisore SPECIALE GRUPPI
spazio
MOSTRE
Arman 1954-2005
Palazzo Cipolla
dal 05-05-2017 al 23-07-2017
spazio
  • Arman 1954-2005 - Palazzo Cipolla
  • Arman 1954-2005 - Palazzo Cipolla
  • Arman 1954-2005 - Palazzo Cipolla

ORARIO INGRESSO

COSTO D´INGRESSO


RICHIESTA DISPONIBILITA'
Email :
Tel. (facoltativo)

*per avere anche conferma telefonica.
.
N. Pax
Richiedi altre informazioni

La prenotazione è soggetta a conferma

Call Center Coop. Soc. IL SOGNO a r.l.
Lunedì - Venerdì: ore 9-19
Sabato ore 10-14
Domenica chiuso


Arman 1954-2005: a Roma a Palazzo Cipolla dal 5 maggio al 23 luglio 2017 la mostra sull’artista francese naturalizzato americano, dove saranno presentate circa settanta opere dagli esordi negli anni cinquanta ai primi anni del duemila.

Il percorso à rebours negli spazi di Palazzo Cipolla punta a ricostruire la ricca poetica che Arman ha attuato nel corso di cinquant’anni di attività, lavorando intensamente sia per serie sia con opere singole alla costruzione di un corpus articolato tra pittura e scultura, assemblage e ready-made, senza dimenticare il disegno e l’azione. L’elaborazione delle idee di raccolta e collezione è presente sia nei Cachets, in cui l’artista fa uso di obliterazioni con timbri a inchiostro misti a interventi pittorici, sia nelle Accumulations di oggetti e utensili. A opere delle serie Poubelles e Inclusions– sia in cemento sia in resina – sono affidate invece le riflessioni sul concetto di scarto o resto, anche nella sua forma archeologica.
Altrove, come nelle Colèreso Rages degli anni sessanta, o nei recenti Sandwich Combo, della fine dei novanta, Arman esplora l’annullamento della funzionalità di un oggetto attraverso la sua scomposizione o distruzione...

piĂą informazioni>>

 

 

ORARIO INGRESSO

COSTO D´INGRESSO

 

Tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle ore 10,00 alle ore 20,00
Ultimo ingresso un’ora prima

Come arrivare
L’ingresso alla mostra è in via Via del Corso 320.
La sede espositiva di Palazzo Cipolla, sorge nel centro storico della città, nell’antica via che unisce due delle più famose piazze di Roma, Piazza del Popolo e Piazza Venezia, dove si innalzano i solenni palazzi abitati dalle grandi famiglie romane e le sedi di alcune delle istituzioni più antiche e prestigiose di Roma.

Per raggiungere il Museo è possibile servirsi dei seguenti mezzi di trasporto pubblico:
METROPOLITANA: linea A – uscita Spagna/Barberini
AUTOBUS: 51 – 62 – 63 – 81 – 83 – 85 – 117 – 160 – 492 – 628 (Via del Corso/Marco Minghetti)
71 – 80 (P.zza di San Claudio)
40 – 46 – 60 – 64 – 70 – 80 – 170 – 716 – 780- 810 – 916 (solo di domenica) – H (Piazza Venezia)


DOVE SI TROVA:
COME ARRIVARE:

 

Intero € 11.50 spese d'agenzia incluse
Ridotto € 9.50 spese d'agenzia incluse valido per giovani fino a 26 anni,adulti oltre i 65 anni,forze dell’ordine e militari con tessera di riconoscimento,studenti universitari con libretto, giornalisti con tesserino, titolari di apposite convenzioni
Ridotto gruppi € 6.50 (minimo 10 –es. 11°gratuito per l’accompagnatore- massimo 25 partecipanti- es.26°gratuito per l’accompagnatore) spese d'agenzia incluse
Biglietto gratuito bambini sotto i 6 anni, visitatori diversamente abili (incluso 1 accompagnatore), 1 accompagnatore per ciascun gruppo prenotato, 2 docenti accompagnatori per ciascuna scolaresca, membri ICOM, Guide Turistiche Regione Lazio con patentino ( si concede un solo ingresso)

N.B.: Gli ingressi alle mostre - per non fare la fila - vanno pagati anticipatamente. Dopo il pagamento, verrà inviato biglietto elettronico o voucher

   Info Evento:

L’atto di rendere disfunzionale uno strumento d’uso può avvenire sia mediante la sua demolizione sia tramite interventi di ibridazione tra due soggetti - come un frigorifero e un carrello della spesa, DuProducteurauConsommateur, 1997, o un pianoforte e un letto a baldacchino, Eine Klein NachtMusik, 2000.

Le opere di Arman tornano in Italia dopo più di quindici anni dall’ultima antologica a lui dedicata, arricchite della presenza dei più recenti lavori monumentali, a mostrare l’ironia del suo muoversi nella contemporaneità, con lo straordinario eclettismo nell’uso di diversi media e la curiosità sempre rinnovata per le differenti sperimentazioni artistiche.
Arman si muove come un “archeologo del futuro” o un testimone delle diverse epoche che ha attraversato.

Cenni biografici
17 novembre 1928, Francia - 22 ottobre 2005, New York. Pittore e scultore francese naturalizzato americano. Arman è riconosciuto a livello internazionale come uno dei maggiori artisti della seconda metà del XX secolo e uno dei protagonisti del gruppo del NouveauRéalisme francese, parallelo al movimento della Pop Art americana nato negli Stati Uniti negli anni Sessanta. Alla base della sua concezione artistica vi sono le Accumulazioni, i cui soggetti sono costituiti da oggetti di uso quotidiano. L’opera di Arman è presente nei maggiori musei e nelle più importanti collezioni pubbliche di tutto il mondo, fra cui il Museum of Modern Art, il MetropolitanMuseum of Art e il Solomon R. Guggenheim Museum di New York; i musei d’arte dell’Università di Harvard; l’Hirshhorn Museum and Sculpture Garden di Washington, DC; il Musée National d’Art Moderne, Centre Georges Pompidou di Parigi, Francia; il Musée d’Art Moderne et d’Art Contemporain di Nizza, Francia; il Tel-Aviv Museum, Israele; il Musée Picasso di Antibes, Francia; la Tate Gallery di Londra, Regno Unito; il Museo Seibu di Belle Arti e il Museo Hara di Tokyo e il Museo Open Air di Hakone, Giappone. La sua opera è stata inclusa di recente nella mostra del 2015 del Guggenheim “ZERO: Countdown to Tomorrow. 1950s-1960s” e gli è stata dedicata un’importante retrospettiva presso il Centre Georges Pompidou di Parigi nel 2010. Nel corso della sua carriera Arman ha ricevuto le più grandi onorificenze del mondo dell’arte, quali il GrandPrix Marzotto, e i titoli di CommandeurdesArts et Lettres, Officierdel’Ordre National duMérite e di GrandOfficier de la Légion d’Honneur.
Meno info